Salto ostacoli

s.o. s.o. s.o.

E’ sicuramente la disciplina più seguita sia per il grande numero di praticanti che per quello degli appassionati. Ci sono un’infinità di concorsi ippici di salto ostacoli che affollano i calendari agonistici e addirittura la tipica pausa invernale è stata eliminata; è praticamente impossibile trovare un fine settimana in cui non ci siano gare di salto. Si tratta di una disciplina relativamente giovane, nata poco più di 100 anni fa, che tuttavia è stata oggetto di incredibili evoluzioni, come l'affermarsi dello stile ideato dal cavaliere italiano Federico Caprilli agli inizi del XIX secolo, o la creazione della sella "all'inglese". All'inizio il salto ostacoli era utilizzato come porva per l'addestramento e la selezione dei cavalli da caccia, ma presto la forma moderna del concorso ippico riscuote talmente tanto successo da divenire un importante evento sociale. Il campo di gara permette, a differenza di un normale percorso di caccia, che gli spettatori possano partecipare attivamente alla competizione. Questa si allarga sempre di più valicando i confini nazionali, e vedendo l'incontro di scuole di equitazioni di diversi stati; negli anni '30 emerge la scuola Hannover, che darà un contributo fondamentale allo stile e alle tecniche dell'equitazione, e poi anche quella irlandese.
Oggi i concorsi di salto ostacoli sono gare che comprendono diverse prove, chiamate "categorie". Si svolgono in campi recintati, sia al coperto che all'aperto, e prevedono il superamento di ostacoli artificiali collocati su un percorso che varia nell'entità e nella difficoltà in base alla categoria. Gli ostacoli sono essenzialmente di due tipologie: i dritti, dove tutti gli elementi dell'ostacolo sono posizionati su un solo piano verticale; e i larghi quando i suoi elementi sono situati su più piani verticali. In questo modo, mentre i primi testano la capacità di elevazione del cavallo, i secondi valutano anche l'estensione del salto. Ci sono poi altre tipologie di ostacoli come la riviera, uno specchio d'acqua senza nessun ostacolo, il fosso, con o senza acqua sormontato o seguito da un ostacolo, e le gabbie, cioè un ostacolo composto da 2, 3 o più elementi.
Tutti gli ostacoli sono costruiti in modo da cadere quando vengono urtati, e non possono essere monocolore. Inoltre in nessun caso, salvo nella particolare eccezione delle categorie di potenza, delle sei barriere, elevazione ed estensione, gli ostacoli possono avere un'altezza superiore a mt. 1,70 ed una larghezza superiore a mt. 2,00, anche in caso di barrages, fatta eccezione delle triplici che possono avere una larghezza massima di mt 2,20. La riviera non può superare mt. 4,50 di larghezza, invito compreso.

Le tipologie di concorsi si dividono in:

• concorsi sociali
• concorsi promozionali
• concorsi di interesse federale
• concorsi del circuito cavalli giovani
• concorsi nazionali
• concorsi internazionali

Il cavaliere che incorre in errori subisce delle penalità solitamente cosi calcolate:

• ostacolo abbattuto 4 penalità
• prima disobbedenzia 4 penalità
• seconda disobbedienza eliminazione
• caduta del cavallo e/o del cavaliere eliminazione
• eliminazione se il cavaliere non inizia il percorso entro 45 secondi dal suono della campana
• penalità per il superamento del tempo di gara
• eliminazione se il tempo limite è superatoi

Sono considerate disobbedienze manovre del cavallo quali: rifiuto, scarto, volta, arresto, difesa. In caso di pareggio tra più cavalieri, alla fine verrà effettuato il barrage su un percorso alternativo.

 

Ipse dixit

IL CAVALLO E' UN DONO DI DIO AGLI UOMINI.
(proverbio arabo).


UN CAVALLO, UN CAVALLO, IL MIO REGNO PER UN CAVALLO!
(Riccardo III - Shakespeare)

IL GALOPPO E' LA CURA PER OGNI MALE.
(B.Disraelli)

CAVALCARE TRASFORMA "VORREI" IN "POSSO".
(P.Brown)

NEL MONTARE UN CAVALLO NOI PRENDIAMO IN PRESTITO LA LIBERTA'.
(H.Thomson)

FRA LA SELLA E LA TERRA C'E' LA GRAZIA DI DIO.
(proverbio irlandese)

UN CAVALLO VALE PIU' DI OGNI RICCHEZZA.
(proverbio spagnolo)

L'ARIA DEL PARADISO E' QUELLA CHE SOFFIA TRA LE ORECCHIE DI UN CAVALLO.
(proverbio arabo)

Login Form