Attacchi

attacchi attacchi

Nella disciplina degli attacchi, che inizialmente era nata per far competere i tiri a quattro, ma che poi ha incluso anche le pariglie (2 cavalli) e i singoli, una gara si articola solitamente in 3 prove, alla stregua di un normale concorso completo di equitazione. Sulla carrozza c'è sempre un guidatore, che conduce il cavallo mediante lunghe redini, e uno o più groom che lo aiutano nell'affrontare il percorso.
La prima prova è quella di dressage, dove il concorrente deve far eseguire alla sua carrozza trainata dai cavalli delle figure prestabilite al passo, al trotto riunito, da lavoro e al trotto allungato, in un rettangolo di 100 X 40 metri.
Si passa poi alla seconda prova, la maratona, che consiste in un percorso di massimo 16 kilometri che verrà eseguito per una parte ad andatura imposta, per l'altra ad andatura libera. Nell'ultima parte ci sono poi degli ostacoli fissi delimitati da porte, pali o altri oggetti inamovibili.
Infine nella terza prova viene richiesta grande precisione e abilità da parte del concorrente nel condurre la carrozza: infatti si tratta di un percorso con ostacoli mobili segnalati ai lati da dei coni sormontati da palline, che se fatte cadere generano penalità. Il vincitore del concorso è ovviamente colui che effettua il minor numero di penalità. Essendo la seconda prova la più difficile da organizzare, sono rare le occasioni in cui si può assistere a un concorso completo di attacchi; invece molto più frequenti sono i concorsi combinati formati dalle prove di dressage e ostacoli mobili. C'è poi una prova detta derby, a livello nazionale, che vede la combinazione di ostacoli fissi e mobili sullo stesso percorso.
Le carrozze che vengono utilizzate nelle varie prove sono diverse: nel dressage e negli ostacoli mobili i cavalli trainano carrozze di tipo tradizionale, che richiedono da parte del guidatore e dei groom un abbigliamento elegante e formale; nella maratona e nella prova derby invece si utilizza una carrozza detta da maratona, molto robusta e dotata di alcuni accessori moderni come i freni a disco o le sospensioni idrauliche.

 

Ipse dixit

IL CAVALLO E' UN DONO DI DIO AGLI UOMINI.
(proverbio arabo).


UN CAVALLO, UN CAVALLO, IL MIO REGNO PER UN CAVALLO!
(Riccardo III - Shakespeare)

IL GALOPPO E' LA CURA PER OGNI MALE.
(B.Disraelli)

CAVALCARE TRASFORMA "VORREI" IN "POSSO".
(P.Brown)

NEL MONTARE UN CAVALLO NOI PRENDIAMO IN PRESTITO LA LIBERTA'.
(H.Thomson)

FRA LA SELLA E LA TERRA C'E' LA GRAZIA DI DIO.
(proverbio irlandese)

UN CAVALLO VALE PIU' DI OGNI RICCHEZZA.
(proverbio spagnolo)

L'ARIA DEL PARADISO E' QUELLA CHE SOFFIA TRA LE ORECCHIE DI UN CAVALLO.
(proverbio arabo)

Login Form